Enfisema Polmonare

22 Giugno 2008 di admin Lascia un commento »

Definizione

L’enfisema polmonare è caratterizzato dalla dilatazione degli spazi aerei dovuta a rottura delle pareti degli alveoli polmonari. E’ di solito correlato al fumo di sigaretta, (rischio 10 volte superiore rispetto ai non fumatori), ma può essere anche secondario a esposizione professionale o essere ereditario (deficit di Alfa1 Antitripsina). Un fattore che può contribuire allo sviluppo e alla progressione della malattia è l’inquinamento ambientale.

Più frequente nel sesso maschile e nei pazienti in età medio-avanzata (esclusa la forma ereditaria), anche se, negli ultimi anni sta aumentando nelle donne, forse per la maggior abitudine al fumo di sigaretta.

Quadro clinico

Sintomi più comuni sono la tosse di solito produttiva e successivamente la dispnea prima da sforzo e nelle fasi avanzate della malattia presente anche a riposo. Può essere inoltre presente iperdistensione del torace (detto “a botte”).

Diagnosi

Per la forma ereditaria è necessario dosare l’Alfa1 Antitripsina nel sangue e determinarne il fenotipo. Nell’enfisema legato al fumo di sigaretta, la diagnosi viene effettata con la radiografia del torace e le prove di funzionalità respiratoria che mostreranno un quadro di tipo ostruttivo con un notevole aumento dell’aria intrappolata all’interno dei polmoni.

Terapia

La terapia medica permette, soprattutto nelle fasi iniziali, di migliorare i sintomi e di prevenire le infezioni. Sono utili a tal fine non solo farmaci ma anche tecniche di ginnastica respiratoria e di riallenamento all’esercizio fisico. Nelle fasi avanzate, in casi selezionati, l’intervento chirurgico di “riduzione di volume” che serve all’asportazione di bolle di notevoli dimensioni, può temporaneamente migliorare il quadro clinico. La prognosi a lungo termine è comunque poco favorevole, e nelle fasi più avanzate è di solito necessario il supporto di ossigeno per mantenere dei livelli di ossigeno nel sangue adeguati.

Nelle forme più gravi si può ricorrere al trapianto polmonare.

Nell’enfisema da deficit di alfa1 antitripsina, è disponibile la terapia sostitutiva con tale enzima. E’ però una terapia costosa, e che deve essere somministrata per via endovenosa ad intervalli regolari e di cui ancora non è stata completamente dimostrata l’efficacia.

Pubblicità

Lascia un commento